Untitled - 1

Villa Gentile

Egregio Dottor Sculli,
Le scrivo in relazione all’articolo da Lei redatto relativo all’appalto per la conduzione di Villa Gentile, pubblicato sul quotidiano Il Secolo XIX in data 22/9/11.
L’articolo è pregno di falsità e concetti difformi da quella che è la realtà dei fatti.  Invero dal Suo articolo si evince che il CUS Genova ha fatto ricorso contro il bando, il TAR ha già accolto la sospensiva e conseguentemente ha imposto lo stop della procedura, per la quale sarebbero già pervenute alla data del 21 settembre 4 offerte. Inoltre dall’intervista a Lei rilasciata dall’ing. Mauro Nasciuti (Presidente del CUS Genova) viene chiaramente indicato che in commissione di gara “… non c’è nessuno che abbia conoscenze specifiche nel campo dell’atletica…” e ancora “la Federazione di Atletica aveva proposto di partecipare alla stesura del bando”.

Invero questa mattina io personalmente, in rappresentanza della ATS Quadrifoglio costituita dalle Società Sportive Trionfo Ligure e Atletica Universale Don Bosco, ho depositato il plico contenente l’offerta tecnico economica presso gli uffici di Sportingenova, come previsto dalla documentazione di gara. E sempre come previsto dalla stessa, mi sono personalmente presentato alle ore 15 alla convocazione della prima seduta pubblica, durante la quale sono state aperte le buste delle offerte pervenute, ovvero SOLO quella della ATS Quadrifoglio, UNICA offerta materialmente presentata.

Per inciso il concorrente ha superato la fase di valutazione della documentazione amministrativa e si è proceduto in sessione pubblica all’apertura della busta contenente la offerta economica.

In relazione al Suo articolo mi domando anche come facesse l’ing. Mauro Nasciuti, anteriormente alla data di apertura delle buste, ad essere già a conoscenza della composizione della Commissione, rilevanza assolutamente contraria a quanto previsto dall’Art. 84 comma 10 del Dlgs 163/2006 che formalmente cita “… La nomina dei commissari e la costituzione della commissione devono avvenire dopo la scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte…”.

Effettivamente al momento dell’apertura delle buste il dott. Anselmi (Liquidatore di Sportingenova), a mia precisa domanda, non ha indicato i componenti la commissione.

Per quanto riguarda la Federazione di Atletica, essa non avrebbe mai potuto essere chiamata da Sportingenova per la stesura del bando in quanto sarebbe sorto un chiaro conflitto di interessi, poiché le Federazioni Sportive sono soggetti eligibili a partecipare a gare di questo tenore.

 

Infine perché nel suo articolo viene riportato il numero di “4 offerte pervenute”, mentre in realtà soltanto una è stata consegnata? Come ha fatto a pubblicare che il TAR “ha imposto lo stop” della procedura, quando invece l’unica offerta pervenuta è stata regolarmente aperta nell’ora e nel luogo stabilito dal bando stesso, a dimostrazione che la procedura NON è stata bloccata?

Il Suo articolo, caro dottor Sculli, pubblicato lo stesso giorno previsto per la consegna ed apertura delle offerte, ossia a PROCEDURA APERTA, è stato altamente turbativo della procedura.

 

È altresì turbativo di un ambiente sportivo, quello dell’Atletica Leggera che, da sempre, si fonda su principi sani, su un’attenzione al sociale altissima e su un volontariato da parte di tecnici, dirigenti e di quanti contribuiscono alla crescita del movimento. L’articolo di ieri ha messo in grande allarme e preoccupazione molte delle persone che, nel rispetto delle regole e in totale buona fede, hanno lavorato duramente per l’Atletica genovese in generale, e per contribuire ad una buona offerta alla gara in particolare. E, mi creda, sono tante persone.

 

Confido che Lei, con la Sua professionalità, etica e trasparenza, dia celermente adeguato spazio sul Suo quotidiano alla determinazione del reale stato dei fatti, documentato negli atti formali di gara, fermo restando che, per quanto attiene alle dichiarazioni dell’Ing. Nasciuti, mi riservo di adire alle competenti sedi giudiziarie.

 

In attesa di un Suo cortese riscontro, Le auguro una buona giornata.

 

F.to Ing. Lanfranco Marasso

dirigente S.S. Trionfo Ligure

Filed under: News. Bookmark the permalink.