Seste le ALLIEVE del Trionfo Ligure nella finale scudetto disputatasi a Vicenza

IMG-20171001-WA0014Un risultato bellissimo che ha gratificato la Società, perchè frutto di un lavoro iniziato alcuni anni or sono, il cui scopo era quello di dare al Trionfo Ligure la dimensione del nuovo millennio, Trionfo Ligure 2.0. E’ sempre difficile accettare la sfida di mettersi in gioco in una Società con tradizione, ancor di più in una Società che ha oltre 100 anni di storia, ricchi di successi difficili davvero da emulare!  Ci abbiamo provato come gruppo dirigente e come gruppo tecnico cercando di trovare le giuste sinergie tra noi, per poter far crescere le risorse uniche e meravigliose che ogni anno varcano le piste di allenamento: gli atleti. Avevamo due obiettivi: 1) costruire il  vivaio (che vede la joint venture tra Alba Docilia e Trionfo Ligure); 2) provare a portare risultati sportivi di pregio, che diano il senso del cammino intrappreso.

E’ stato un percorso lento e costante, che si è sviluppato un passo alla volta crescendo ogni anno un pochino e oggi questo piazzamento, dopo la vittoria della finale B con uomini e donne lo scorso anno, sembra la risposta positiva, che riempie di orgoglio il gruppo dirigente, fiero di aver scommesso su un insieme di tecnici più giovani, coadiuvati da tecnici maturi e di esperienza: il mix è stato esplosivo, il Trionfo 2.0 è diventato realtà. A siglarlo sono state le ALLIEVE, del DT ALESSANDRO BASSO e del DS ANGELO GAZZO, che a Vicenza hanno conquistato, gareggiando da guerriere, il SESTO POSTO, partendo dalla undicesima posizione. Un piazzamento storico, perchè miglior risultato di sempre nella categoria a livello regionale. Le magiche atlete sono la Capitana Martina Marconi (podio nella marcia), l’azzurrina Ludovica Cavalli (doppietta 800 e 1500, poi  4×400), l’eclettica Sara Chiaratti, che, sebbene infortunata alla caviglia, non di risparmia nell’alto e nel giavellotto, l’indomita Camilla Lugaro a sorpresa sui 100 e poi nella sua gara 400hs (podio) e 4×400, la mascotte Sofia Colombo (finale peso e disco), la giovanissima Linda Fossa (podio 2000 siepi e finale 3000), l’astista Simona Cabella, che più di ogni altra atleta è stata penalizzata dalla chiusura del campo di allenamento Villa Gentile, va a podio, e ancora Margherita Molinari (100hs), Francesca Dino (200m 4×100), Valentina Giussani (lungo, triplo e 4×100), Ziliani Ilaria (martello), Elena Lolli ( 400m e 4×400), Marta Brichetto (4×100),  Alice Bico (4×400), Francesca De Ferrari (riserva e fotografa). Un grazie  ai tecnici Sergio Lo Presti e Michela Frascio che hanno accompagnato le atlete. Un grazie a ANGELA DE FERRARI presente a godersi la crescita delle “non più piccole”, nate nel suo vivaio ad Albisola. Un grazie ai genitori / accompagnatori per l’occasione.

IMG-20171001-WA0021La giornata si completa con il buon settimo posto su 17 squadre, degli ALLIEVI a Chiari, capaci di una risalita dalla tredicesima posizione !! Un grazie ai tecnici che li hanno accompagnati e seguiti Fabrizio Massi, DT per l’occasione, Laura Faveto e Jacopo Basso, ai dirigenti e ai genitori che li hanno seguiti.

Filed under: News. Bookmark the permalink.

Speak Your Mind