Rieti – Giovani speranze crescono in casa Trionfo.

Orgoglio e soddisfazione in casa Trionfo, alla chiusura della trasferta di Rieti per i  Campionati Italiani Allievi e Allieve. La formazione parte orfana della sua atleta più rappresentativa, Ludovica Cavalli, a casa per un lieve infortunio, ma  gli atleti e le atlete in gara nel weekend fanno registrate risultati lusinghieri e fanno entusiasmare i dirigenti e i tecnici, che li hanno seguiti per tutto l’anno.
Rieti17_139_resizeSu tutti le prestazioni di Linda Fossa,  atleta di Sergio Lo Presti, che si classifica quarta nei 3000 m con il tempo di 10’16″65 e sesta nei 1200 siepi con il tempo di 7’07″55 siglando i personali. Le compagne di squadra non sono da meno: quinta è Simona Cabella, atleta che si allena con il gruppo tecnico Pierini/Cini/Gazzo nel salto con l’asta con la misura di 3.40, ottava nell’eptathlon con 4.400 punti e 5 PB su sette gare Sara Chiaratti, Rieti17_103_resizeatleta del maestro di prove multiple Angelo Gazzo, undicesima, atleta del DT Allievi Alessandro Basso, Camilla Lugaro nei 400 hs con il tempo di 1’05″92 e ancora dodicesima nel peso Sofia Colombo, che si allena con il gruppo Freccero/Basso J.,  e bene le atlete Giussani Valentina e Calcagno Chiara all’esordio nazionale. Complessivamente le donne si classificano all’undicesimo posto, un risultato davvero importante!

Non da meno i ragazzi, settimo posto per un notevole Rieti17_144_resizeMatteo Guelfo nei 1500 m chiusi con il tempo di 4’08″12, atleta di punta di Fabrizio Massi, doppia finale per Simone Sirello, seguito da Jacopo Basso, che giunge nono nel disco 41.40 e undicesimo nel peso 14.72, buon 15°  per l’atleta di Michela Frascio posto per Francesco Gallo, che conquista con 11″12 la finale B, infine si migliora Mattia Braggio, seguito da Orfanelli, nei 10000m di marcia che chiude in 50’48″62.

In quei di Fossano si fanno onore Gabriele Scarrone 48″77 sui 400m e Elena Lolli 1’01″57. Ai CNU a Catania Anna Folso corre i 400m in 57″39 e i 200 in 25″43.

Filed under: News. Bookmark the permalink.

Speak Your Mind