… di appuntamento in appuntamento cresce il gruppo della SCUOLA D’ASTA

andreaIl Coordinatore della Scuola d’Asta, ANDREA GIANNINI, commenta così la giornata di gare di oggi 19 gennaio 2014.

“E’ stata un’altra giornata di gare/incontro di salto con l’asta decisamente positiva quella che ha avuto luogo la mattina del 19 gennaio nella palestra coperta della Sciorba.  A causa dell’improvvisa indisponibilità dell’ultimo momento del Palasport, la macchina organizzativa Fidal Liguria/Trionfo Ligure si è subito messa in moto, permettendo il perfetto svolgimento del meeting di asta nel piccolo ma funzionale impianto dove tutto è nato giusto un anno fa. L’impianto al coperto della Sciorba, ribattezzato “the Tube”, è infatti il luogo che ha permesso al salto con l’asta ligure, specialità che nella regione vanta ottimi trascorsi ma ultimamente  quasi scomparsa, di rifiorire ed essere già pronto a maturare i primi frutti. E così è accaduto anche domenica, dove alla consueta gara si è affiancato l’altrettanto classico e informale raduno tecnico tra gli allenatori del salto con l’asta del terriorio.

La gara, a livello maschile, ha visto un buon miglioramento per Michele Gazzo, brillante astista/multiplista della Trionfo Ligure, che ha ottenuto il nuovo record personale a 3,80. Un miglioramento non solo a livello di misura ma soprattutto tecnico sotto la spinta del bravo Danilo Ragone, e che nel breve-medio periodo permetterà a Miki di saltare misure ben più importanti. Lo stesso miglioramento si è visto nel fratello Mario Gazzo, che però non ha spuntato più di 3,40 a causa di un attrezzo non all’altezza delle sue qualità fisiche e tecniche: se cambierà asta e manterrà queste caratteristiche, anche per lui arriveranno presto misure ben maggiori. Problemi di cambio attrezzi per la truppa arrivata da Vigevano e targata 100 Torri Pavia: 3 nulli alla misura di entrata per Emanuele Masto (a 3,50) e per Lodovico Drovanti (a 3,10). Una situazione che non preoccupa più di tanto, visto che siamo alle prime gare ed i tempi di adattamento ai nuovi attrezzi non sono sempre veloci ed automatici: anche per loro le misure arriveranno. Bravo e costante, a livello tecnico, il 16enne Zakaria Zahir, che con 3,70 si conferma su ottime misure, non lontano dal suo record personale, così come il giovanissimo (classe 2000) Pietro Augusto Drovanti (2,60). Un bel miglioramento, anche in questo caso sia tecnico che di misura, è arrivato anche da Gabriele Mura del Cus Genova, che nonostante si alleni da pochi mesi è salito fino a 3,20, grazie anche alla sapiente guida di Carlo Ghio. Si conferma su ottimi standard anche Federico Iester (Trionfo Ligure), anche lui fresco di specialità, che è salito nuovamente a 2,90 ma con standard tecnici molto più consolidati rispetto alle scorse uscite.

Capitolo donne: in questo caso i miglioramenti tecnici non sono ancora di pari passo con le misure saltate, ma poco importa…in fondo siamo solo alle prime gare dell’anno. Il 2,80 e 2,60 rispettivamente di Laura Faveto e Matilde Lintas non rendono certo giustizia alle loro capacità ed ai miglioramenti tecnici attuati finora assieme a Danilo Ragone, ma rappresenta un ottimo investimento per il futuro, se lo schema di salto verrà consolidato su queste basi. Un buon risultato è arrivato da Silvia Mazzi della CariSpezia, atleta grintosa che è salita fino a 3,20 mancando di poco la misura successiva, nettamente nelle sue corde, mentre è stato buon l’esordio della concittadina Irene Silvestrini, salita a 2,60 in una delle prime gare della sua carriera. Da segnalare anche il 2,30 di Sabina Malandra, atleta senior che gareggia per l’Atletica Vigevano (e soprattutto…mamma dei fratelli Drovanti!).

In cocnlusione: un altro ottimo incontro tecnico, che ha permesso ai ragazzi di gareggiare ed imparare, e ancora una volta ai tecnici di confrontarsi e crescere assieme, nell’ambito del progetto avviato in regione ormai da quasi un anno. Grazie per questo, ancora una volta, a Danilo Ragone, Luigi Galli, Alessandro Basso ed Elisa Pierini (nell’occasione assenti giustificati), Mario Botto (nella doppia veste di tecnico e giudice), Carlo Ghio e, ultimo ma non per importanza, al “factotum” Angelo Gazzo. Alla prossima!”

ANDREA GIANNINI

p.s. GRAZIE ANDREA PER LA DISPONIBILITA’ e LA PROFESSIONALITA’ !!

 

 

 

 

Filed under: News. Bookmark the permalink.

Speak Your Mind