CDS Allievi e Allieve: la capitana Ilaria Marasso si aggiudica la miglior prestazione tecnica femminile

“Il talento ti fa vincere una partita. L’intelligenza e il lavoro di squadra ti fanno vincere un campionato”. (Michael Jordan)

IMG-20190930-WA0003Ho scelto questa frase per il significato multilivello che racchiude e che bene riassume le due giornate vissute a Chiuro, con la febbrile tensione di passare da una gara all’altra, sospirando con il fiato sospeso per ogni competizione e ogni atleta. La gara inizia con il martello femminile e lì “il talento fa vincere […] ” la nostra capitana ILARIA MARASSO che al primo lancio si assicura, gara e miglior prestazione della manifestazione con un notevole 57.44, che bene evidenzia le sue capacità e  potenzialità. S1i aggiudicano la gara anche SOPHIE CARISSIMO nei 2000 siepi con 7’38″81 e MANTIO MACHEDA KARLA che scaglia il giavellotto a 33m. Vanno a podio ALICE BOTTA (terza) nell’asta con 2.50 e le staffette 4×100 (terze) SALVO ELISA, SINESI IRENE, LAURA BENZI e GAIA ANDORNO con il tempo di 53″57 e la 4×400 (seconde) SINESI IRENE, ROMEI FRANCESCA, LUNA CUNEO e STRANIERI MARTINA (che si rifà dopo una falsa partenza nei 400 hs) chiusa  in 4’19″03. Bene anche le altre componenti della squadra, MARGHERITA MORESCO (peso e 800m) e FRANCESCA GORLANI, che si infortuna e chiude gli ostacoli dolorante. Chiudono quinte in classifica. Gli allievi vincono con SIRIO DETTORI nelle siepi che domina con 6’42″59,  e la staffetta 4×100 CAPPELLI ALESSANDRO MARCO MODONESI VITTORIO AFFERNI e GIACOMO BURLANDO (44″39), podi per ANDREA AZZARINI terzo nei 1500m (4’28″35) e secondo nei 3000m (9’15″94),  podi ancora per Alessandro Cappelli secondo nei 100m (11″59), per STEFANO RUSSO  secondo nel salto con l’asta 3.80, Giacomo Burlando terzo nei 200m (22″92). Completano la spedizione ANDREA SCARRONE (400 e 4×400), il capitano MATTHIAS GRASSANO (giavellotto e disco), PIETRO OTTONELLO (110hs e martello) HABTU DAINELLI (alto e triplo), NICOLO’ REGHIN (800m e 4×400) MOLINARI CAMILLO (4×400). Chiudono quarti. Non siamo riusciti a “vincere il campionato“, ma il partecipare ad un momento di squadra per atleti abituati alle competizioni individuali, ha significato fare il conto non solo con le proprie aspettative, ma con quelle del gruppo e imparare che cosa significa il “lavoro di squadra“. E le squadre hanno intelligentemente imparato che bisogna continuare a lavorare per crescere come singoli e come insieme, perchè il gruppo aiuta a motivare il singolo,  come  ben sintetizzano i capitani a chiusura delle due giornate, commenti che riporto integrali. 2Matthias: “Grazie a tutti, da capitano faccio comunque i complimenti ai maschi, siamo stati bravi, solo che gli altri lo sono stati di più, può capitare ed è ciò che ci deve motivare a spaccare ancora di più la volta dopo. Forza Trionfo!” Ilaria: “Grazie a tutti, io da capitana faccio i complimenti alle ragazze, mai arrendersi, stringere i denti e continuare a dare il massimo. Le gare “no” sono capitate a tutti, ci rifaremo in altre occasioni!”

Filed under: News. Bookmark the permalink.

Speak Your Mind